Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2021

Attraverso i miei occhi

ven 30_07 ore 21:30
Cinema all’aperto
Cortile di Villa Bassini, dietro il Patronato del Duomo di Piove di Sacco.
ingresso 5 euro
Genere: Commedia, Drammatico
Anno: 2019
Regia: Simon Curtis
Attori: Milo Ventimiglia, Amanda Seyfried, Kevin Costner, Gary Cole, Gigi Proietti, Kathy Baker, McKinley Belcher III, Martin Donovan, Karen Holness, Al Sapienza, Ryan Kiera Armstrong, Aliza Vellani, Andres Joseph
Paese: USA
Durata: 109 min
TRAMA
Attraverso i miei occhi è tratto dal romanzo "L'arte di correre sotto la pioggia" di Garth Stein. È la storia del pilota da corsa Danny (Milo Ventimiglia), raccontata con gli occhi del suo cane, il Golden Retriever Enzo. Tra i due è stato subito feeling. Sin da cucciolo, Enzo ha imparato le lezioni di vita del suo proprietario, vivendo passo dopo passo accanto a lui; lo ha visto correre in pista, insegnare a nuovi piloti e innamorarsi di Eva (Amanda Seyfried). Enzo è il migliore amico, il compagno ideale e il testimone di nozze di Danny, i due insieme hanno affrontato le gioie e i dolori, cercando di sorridere sempre senza mai abbattersi.
Il cane è lì a ogni vittoria sul podio o quando Eva dà alla luce la piccola Zoe, la figlia di Danny, ma è anche un sostegno morale durante le sconfitte del suo padrone e in uno dei momenti più tragici della sua vita, quando l'uomo deve lottare con la malattia e la morte, che improvvisamente irrompono e destabilizzano la sua esistenza. Mentre Danny cerca di superare i tristi eventi e i conseguenti ostacoli, il suo fedele amico è sempre pronto, a suo modo, a ricordargli che non deve smettere di combattere. Rimanendo al suo fianco, Enzo lo porterà a credere di nuovo in se stesso, ma neanche una forte amicizia, come la loro, può durare per sempre...

CRITICA
E' un film dal mood spirituale Attraverso i miei occhi, perché il cane a cui affida la narrazione e il punto di vista crede nella reincarnazione e infonde un messaggio di speranza a chi ha perso qualcuno che amava. E tuttavia, la vicenda della famiglia alla quale l'animale si lega, e in particolare del suo padrone Denny, è molto triste, per non dire struggente, e a una prima parte comica e tenera fa seguire una serie di eventi drammatici, anche se evita di cadere nella trappola della retorica. La regia di Simon Curtis è attenta e a cavarsela bene sono anche gli attori a 4 zampe, che ci ricordano che, se tutti amassero incondizionatamente come fanno loro, i rapporti umani migliorerebbero di gran lunga. Il film, che parla di corse automobilistiche, è anche una metafora della vita, piena di curve, incidenti e percorsi scivolosi. (Carola Proto - Comingsoon.it)

The Specials - Fuori dal comune

ven 23_07 ore 21:30
Cinema all’aperto
Cortile di Villa Bassini, dietro il Patronato del Duomo di Piove di Sacco.
ingresso 5 euro
Genere: Commedia, Drammatico
Anno: 2019
Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano
Attori: Vincent Cassel, Reda Kateb, Hélène Vincent, Alban Ivanov, Catherine Mouchet, Frédéric Pierrot
Paese: Francia
Durata: 114 min



TRAMA
Malik e Bruno sono una coppia di amici e colleghi, al lavoro in modo complementare per aiutare giovani in difficoltà, tra guida terapeutica, inserimento nel mondo del lavoro e ovviamente assistenza pratica quotidiana per ragazzi affetti da autismo, a loro volta gestiti da istruttori cresciuti in situazioni disagiate. Uno musulmano e l’altro ebreo, uno padre di famiglia e l’altro “vittima” di una serie di appuntamenti al buio organizzati da amici e colleghi, Bruno e Malik passano le giornate a battere le strade di Parigi occupandosi di decine di ragazzi come Dylan, alla ricerca di un senso di responsabilità, Joseph, che insiste nel suonare l’allarme sulla metropolitana, e Valentin, costretto a indossare un casco da pugile per proteggersi dai suoi stessi raptus di violenza.

CRITICA
Ormai consacrati a imperatori del cinema "feel-good" francese, Olivier Nakache e Eric Toledano fanno seguito a Quasi Amici, Samba e C'est la vie con un'altra opera dalle emozioni semplici ma intense, nata dalle esperienze reali delle Onlus parigine e dei casi più estremi di autismo sotto la loro tutela.

La galleria di "tipi" sociali che hanno fatto le fortune di questa coppia di registi si arricchisce quindi di una sezione nuova, meno idealizzata e più ricalcata sulle sporcature della vita vera. Se i loro successi hanno finora richiesto scorciatoie non sempre facili da accettare, in nome di una scorrevolezza emotiva che blandisce il suo pubblico, The Specials attenua la formula, comunque assolutamente riconoscibile, grazie a una storia più urgente e un cast di personaggi all'insegna della diversità.

Alla guida del gruppo, Vincent Cassel affronta con successo un ruolo che lo affonda in giacconi e felpe anonime, con la kippah issata su una spazzolata di capelli grigi. Il suo Bruno, figura ispirata al fondatore dell'associazione "Le Silence des Justes" Stephane Benhamou, è un uomo dalla pazienza incredibile ma non infinita, che l'attore tiene a distanza dal banale pietismo con dei lampi di scoraggiamento (subito ricacciati indietro al grido del tormentone "non siamo lontani!") e con discese nella commedia (su cui Nakache e Toledano hanno il solito controllo totale).

Quello con Reda Kateb, altro caratterista esperto nel trovare note di grazia nella disperazione del quotidiano, è un buddy movie mancato ma suggerito, profondo a sufficienza da lasciar immaginare anni di trascorsi tra i due amici, pur se alle prese con traiettorie che si sfiorano, senza il tempo e l'energia di parlarsi troppo, che è poi il punto stesso del film.

Il richiamo della foresta

 gio 15_07 ore 21:30
Cinema all’aperto
Cortile di Villa Bassini, dietro il Patronato del Duomo di Piove di Sacco.
ingresso 5 euro

Genere: Avventura
Anno: 2020
Regia: Chris Sanders
Attori: Karen Gillan, Harrison Ford, Dan Stevens, Jean Louisa Kelly, Omar Sy, Wes Brown, Terry Notary
Paese: USA
Durata: 105 min



TRAMA

Dal classico letterario di Jack London, la storia di Buck, un cane dal cuore d'oro, la cui tranquilla vita domestica viene sconvolta quando viene improvvisamente portato via dalla sua casa in California e trapiantato nella natura selvaggia in Alaska.

CRITICA

Il nuovo Richiamo della foresta richiede che si superino due scogli: un protagonista digitale in un contesto in cui ci celebra la natura, e un tono edulcorato che smussa la legge del più forte cara a Jack London, smorzando il suo pessimismo verso l'interazione tra uomo e animale. Sono difetti però più sottili di quel che sembra durante la visione di un prodotto professionale, realizzato senza risparmiare sui mezzi e ben interpretato da Harrison Ford e Omar Sy, credibili nelle interazioni con questo Buck in CGI. I giovanissimi e chi non ha letto il libro apprezzeranno ugualmente. (Domenico Misciagna - Comingsoon.it)

Emma

gio 08_07 ore 21:30
Cinema all’aperto
Cortile di Villa Bassini, dietro il Patronato del Duomo di Piove di Sacco.
ingresso 5 euro 

Genere: Commedia, Drammatico 
Anno: 2020 
Regia: Autumn de Wilde 
Attori: Anya Taylor-Joy, Bill Nighy, Mia Goth, Miranda Hart, Josh O'Connor, Callum Turner, Gemma Whelan, Rupert Graves, Tanya Reynolds, Amber Anderson 
Paese: USA 
Durata: 124 min



TRAMA
L'amatissima commedia di Jane Austen, sulla ricerca della persona giusta e del lieto fine, viene reinventata in questo delizioso nuovo adattamento cinematografico di EMMA. Bella, intelligente e ricca, Emma Woodhouse è un'ape regina irrequieta e senza rivali nella sua tranquilla cittadina. In questa scintillante satira di classe sociale e nella crisi del divenire adulta, Emma si avventurerà in relazioni sbagliate e passi falsi romantici per trovare l'amore che invece è sempre stato davanti a lei.

CURIOSITÀ
Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Jane Austen.
Il romanzo "Emma" venne pubblicato per la prima volta in forma anonima nel 1815 e la stessa scrittrice Jane Austen descrisse il suo personaggio come "un'eroina che non potrà piacere a nessuno, furchè a me stessa".
I meravigliosi abiti indossati da Anya Taylor-Joy e dal resto del cast sono stati realizzati dalla costumista Alexandra Byrne, vincitrice del premio Oscar per Elizabeth: The Golden Age.
Il film di Autumn de Wilde, non è il primo adattamento per il cinema del romanzo di Jane Austen. Nel 1996 infatti a vestire i panni di Emma Woodhouse fu Gwyneth Paltrow nel film "Emma" diretto da Douglas McGrath. (comingsoon.it)